Regione Lombardia. Consiglio approva mozione su test genetico BRCA.
CONTENUTI IN EVIDENZA
27 Luglio 2017
  • Current
   LA CLOWNTERAPIA    
   RISORSE E LAVORO D’IMPRESA    
   LAZZATE – IMMIGRAZIONE    
   FONDAZIONE MOLINA, PIANO...    
Vai alla sezione Video >> Vai alla sezione News >>

Home >> Sezione news >> News
Regione Lombardia. Consiglio approva mozione su test genetico BRCA.
Consigliere Saita: “Ancora prevenzione, ampliare gratuitamente il test a tutte le pazienti con rischio di tumore ereditario ”
Approvata oggi dal Consiglio Regionale Lombardo la mozione "dell’Intergruppo consiliare regionale" che chiede di ampliare il test BRCA a tutte le pazienti lombarde con carcinoma ovarico e di consentire, oltre ai genetisti, anche agli oncologi la possibilità di prescriverlo per accelerare i tempi della presa in carico. “Sono particolarmente orgogliosa di presentare questa mozione – spiega il consigliere Silvana Saita intervenendo in aula - sia per l’argomento trattato, sia perché è il frutto di un lavoro condiviso da tutti i gruppi politici rappresentati in questo Consiglio, tranne il Movimento 5 Stelle. L’Intergruppo consiliare regionale, è stato il primo a costituirsi sul territorio nazionale con l’obiettivo di tutelare i diritti dei pazienti onco-ematologici coinvolgendo tutti gli attori del processo salute, dai medici alle Istituzioni e alle Associazioni, rappresentandone le istanze in Consiglio e presso la Giunta. Un progetto questo, fortemente voluto, per contribuire a migliorare la cura dei pazienti oncologici offrendo programmi personalizzati".
"Con questa mozione - continua Saita - chiediamo l’ampliamento del test BRCA a tutte le pazienti lombarde con carcinoma ovarico, di qualsiasi età indipendentemente dalla storia familiare, così da garantire loro il più elevato livello di salute raggiungibile e ai loro familiari interventi terapeutici e di prevenzione basati sulle migliori evidenze scientifiche in campo oncologico. Inoltre, chiediamo di consentire la prescrivibilità del test BRCA anche agli specialisti oncologici in modo da uniformare i percorsi di presa in carico dei pazienti, supportare il lavoro dei genetisti liberandoli dal filtro di primo livello, consentendo così una più rapida presa in carico da parte del genetista in caso di necessità garantendo una migliore tempistica per l’accesso ai farmaci per i pazienti e assicurando quindi una migliore gestione della patologia oncologica. Tutto questo, nell’ottica della prevenzione è importantissimo, dal momento che la mutazione genetica accresce drasticamente il rischio di tumore al seno e alle ovaie. Inoltre il cancro ovarico se non diagnosticato in tempo è una neoplasia a peggior prognosi e rappresenta la quarta causa di morte. Sono certa che le nostre donne lombarde sapranno sfruttare questa nuova opportunità offerta da Regione Lombardia".


Consigliere: Saita Silvana    
Rassegna Stampa
Leggi la rassegna per rimanere informato
per essere sempre informato >>
Area Trasparenza
Visualizza qui le spese del gruppo
visualizza il conto >>
Newsletter
 
Seleziona la tua provincia e inserisci la tua mail per ricevere la nostra newsletter.
Consiglieri Regionali
Informati sull’attività dei nostri consiglieri
 
  Mappa del sito  
Home page Video e Multimedia Rassegna Stampa Twitter www.radiopadania.org
News e Comunicati Consigleri Regionali Bandi e Concorsi www.leganord.org www.consiglio.regione.lombardia.it
Area Trasparenza Newsletter Facebook www.legalombarda.leganord.org www.regione.lombardia.it
Copyright © 2014 Gruppo Regionale Lega Nord Padania | Note Legali | Progetto realizzato da Mediadream Labs